Che cos’è e come funziona Pocket? Un’App salva-contenuti pratica e utilissima. Ma i trucchetti per non perdere i tuoi post preferiti non finiscono qui!

Dal momento che sono una Professionista del disordine, qualcuno potrebbe trovare un po’ strano ricevere proprio da me consigli e trucchi per organizzare meglio la propria esperienza online. 

E invece no, perché proprio perché ho sperimentato sulla mia pelle disorganizzazione, caos creativo e foglietti e agende sparse per casa, mi sento nella posizione ideale per parlare di organizzazione e produttività. 😁

In questa mini-guida troverete qualche spunto per: 

  1. Organizzare al meglio i contenuti del proprio spazio web, senza perdere tempo e idee
  2. Salvare post e articoli interessanti, per rileggerli in seguito
  3. Esempi pratici di organizzazione fai da te per disordinati, per non perdersi nel mare del Planning 

Eh sì, perché -diciamocelo- è tutto molto bello quando guardiamo profili Instagram organizzati e curati, blog e canali Youtube all’insegna di Planning stupendi, pianificazione perfetta e produttività alle stelle. 
Io stessa sono una vorace fruitrice di contenuti di questo tipo, eppure mi rendo conto che, un po’ per pigrizia, un po’ per il mio modo di essere (pigra), molto spesso queste strategie di organizzazione non fanno al caso mio. 

Vi siete mai sentiti così sperduti anche voi??

Si può essere più produttivi senza essere maniaci dell’organizzazione? 

organizzazione contenuti

In questo post non voglio dare consigli su come essere più organizzati in generale (per questo ci sono blog e suggerimenti di persone davvero competenti in materia, uno per tutti, il meraviglioso blog di Gioia Gottini), né su come pianificare i contenuti, in modo da sveltire e facilitare il lavoro. 

Parliamo, invece, nello specifico, di come organizzare i propri contenuti web, sia quelli che scriviamo, sia quelli che leggiamo, o vogliamo leggere in seguito.

Vi capita mai di non avere tempo per leggere un articolo interessante e poi, quando lo andate a ricercare in seguito, PUF… è sparito nel mare magnum del web?

A me spessissimo… 

Quindi, in alternativa a salvare ogni pagina esistente tra i Preferiti, o sovraccaricare il cellulare di applicazioni, o la scrivania di foglietti, voglio darvi 7+1 trucchetti per essere organizzati coi contenuti, se si è disorganizzati come me!

Guida all’organizzazione dei contenuti web per disordinati:

7+1 trucchi per non perdere i tuoi contenuti nell’Oceano-mare del Web

1) Passa al digitale 

Mi dispiace dirlo, perché amo carta e penna. Amo sfogliare le agende, toccare la carta, vedere l’inchiostro che scorre fluido sulla pagina e…
No, ok: torniamo a noi! Tutto questo è senz’altro molto bello e rilassante, ma se parliamo di come organizzare i contenuti, meglio darci un taglio con fogli e foglietti.

Scriviamo idee e appunti per il piano editoriale su Excel o un altro programma di scrittura.
Questo ci permetterà di apportare più velocemente modifiche, avere tutto sempre a portata di mano e poter passare più velocemente dalla programmazione alla realizzazione vera e propria.

2) Tante idee, ma in spazi limitati 

Per evitare la dispersione confusionaria di idee, il mio consiglio è quello di affidarsi a una sola agenda, o un raccoglitore ben strutturato ma organico, vale a dire senza foglietti sparsi, liberi di perdersi ovunque per casa.
Troppa creatività per poterla contenere tutta in un solo posto? Allora vi rimando subito al punto successivo!

3) A ognuno il suo… taccuino

Capita anche a voi di essere colti da un’ispirazione improvvisa? Un’idea folgorante per un post sul blog, un contenuto da condividere sui Social, l’illuminazione per cosa fare a cena e…

Insomma, di qualsiasi natura sia lo spunto creativo, una cosa è certa: in quel momento non avrete sottomano una penna o un taccuino su cui fissarla!

E le idee, come velocemente arrivano, altrettanto rapidamente svaniscono!
Per questo un trucco di organizzazione dei contenuti è quello di lasciare un taccuino sempre al solito posto: uno sul comodino, uno sulla scrivania, uno in borsa.
Anche se lo spostate, il vostro supporto cartaceo dovrà tornare SEMPRE e SUBITO al suo posto legittimo.
In questo modo possiamo avere sempre un taccuino a portata di mano, salvo poi trascrivere le idee al computer (Vedi punto 1).

4) App Pocket

L’ho scoperta davvero per caso, ma questa App per l’organizzazione dei contenuti è davvero la salvezza per le persone disordinate come me!
Pocket è un App scaricabile su Computer, che permette di salvare i contenuti web, in modo da leggerli in seguito. 

organizzazione contenuti pocket app

È possibile aggiungere l’estensione Chrome di Pocket, così da salvare con un semplice CLICK l’articolo da leggere in seguito, aggiungendo anche dei TAG, che ci permetteranno di suddividere i contenuti per categoria. 

Io lo trovo un metodo molto semplice e intuitivo!
Voi lo conoscevate? Che ve ne pare? 

5) Non desiderare il programma d’altri

O almeno, non necessariamente! È ovvio che ci sono cose che funzionano generalmente meglio per tutti (come ad esempio una certa regolarità negli orari della giornata), ma è anche vero che ognuno ha i suoi ritmi.
Quello che ho capito dopo molto scervellarmi, è che non importa avere una routine perfetta e condivisibile, l’importante è che funzioni bene.

A convincermi è stata proprio Gioia Gottini che, nella sua ultima Live, ha affrontato l’argomento Piano Editoriale e affini.
Si capisce che sono una sua fan? Questo post non è sponsorizzato, giuro! 😁

Come capire se il nostro modo di organizzare contenuti per il blog o per un progetto personale è efficace?
Semplice: dobbiamo riuscire a mantenere alta la qualità dei contenuti, unita a una certa regolarità di pubblicazione.
Fatto questo, conten(u)ti tutti! 

Leggi anche Dietro le quinte del successo

6) Sfrutta i tuoi conoscenti

Fermi, non è come pensate! Non voglio parlarvi di schiavizzare fidanzati e amiche, ma soltanto di chiedere gentilmente la loro disponibilità su WhatsApp.
Ebbene sì: un ottimo modo per salvare la bozza di un post sul Blog o sui Social è quello di inviarlo, magari già corredato di Emoticon, via messaggio WhatsApp.

Dal Computer, poi, sarà anche più facile trascriverlo, grazie all’uso di WhatApp Web.
In alternativa, potete inviare messaggi al numero fisso di casa, in modo da tenerli sottocchio, se proprio siete troppo pigri anche per aprire le Note sul Cellulare! 😁😉

(P.s. Funziona anche auto-inviarsi email al proprio indirizzo!!).

7) Salva in bozze

Ho ricavato questo consiglio di organizzazione dei contenuti dalla mia esperienza di scrittura della Tesi triennale.
Come sapete, per redigere la Tesi ci sono norme di scrittura molto rigide (figuratevi, poi, a Lettere Moderne!): formati da rispettare, interlinea, disposizione delle note, ecc…

Il mio grande, ingenuo errore fu quello di scrivere tutto alla rinfusa, per poi revisionare l’intera tesi alla fine del lavoro di scrittura.
Un’impresa enorme e faticosa!

Per questo, il mio consiglio, se dovete scrivere un post sul blog o su un sito web, è quello di crearlo direttamente in bozze e iniziare a sistemarlo mano a mano.
Disposizione degli spazi, grassetti, titoli, link utili: tutte “piccolezze” che, tutto sommato, fanno la differenza tra un articolo ben scritto e un testo un po’ trascurato.

Stessa cosa vale per i post su Facebook: potete salvarli direttamente in bozza, e decidere poi se programmarli, eliminarli, modificarli o passare alla pubblicazione. 

+1) Passa all’azione!

Lo ricordo perché io stessa sono a volte una vittima (più o meno) inconsapevole dell’organizzazione contenuti e cose da fare fine a se stessa. 
Il che significa che passo più tempo a pianificare, fare schemi, scalette e liste di cose importanti, che a svolgere effettivamente i compiti incombenti!

Un buon modo per organizzare i contenuti è infatti quello di fare pratica.
Questo funziona soprattutto quando dobbiamo iniziare un nuovo progetto personale, e magari abbiamo paura di partire, o non ci sentiamo abbastanza pronti. 
Come dice Riccardo Esposito, autore del blog “My Social Web”:

Apri un blog quando non ti serve.

In questo modo, quando ne avrai bisogno davvero, avrai imparato dagli errori e dalle sviste e sarai diventato più ferrato in materia.
In poche parole: fare, sbagliare, riprovare. E non solo “programmare”!

Poi, certo, se avere un bel po’ di agendine e planner settimanali ci fa sentire più felici… chi siamo noi per negarci questo piccolo grande piacere? 😉

Fatemi sapere se avete trovato utile questa mini-guida all’organizzazione contenuti per disordinati!
Quali sono i vostri metodi per essere più produttivi e puntuali coi contenuti web? 

Lascia un commento:


Alessia Pellegrini

Studentessa di lettere e coltivatrice di sogni. Li annaffio, li nutro e mi addormento con loro alla sera. In questo spazio parlo delle mie passioni, in particolare di scrittura creativa e scrittura per il web. Amo imparare, sperimentare e crescere, pur rimanendo sempre un po' bambina.

2 commenti

Mariacarla · febbraio 5, 2018 alle 3:59 pm

Utilissimi suggerimenti! Io sono piena di agende che cerco di tenere in ordine, ma poi creo solo un grande caos. Proverò a scaricare la app che suggerisci e passare al digitale…..

    Alessia Pellegrini · febbraio 6, 2018 alle 10:04 pm

    Grazie Mariacarla, io con quella App mi sono trovata benissimo! 😀 Stessa cosa per il digitale, anche se sono un’inguaribile amante della scrittura a mano! A rileggerci presto! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *